Accesso utenti
Iscriviti alla SICuPP

iscriviti

Cerca nel sito

Bimbo che mangiaLa maggior parte di noi Pediatri di Famiglia ha un’esperienza lavorativa oramai ultradecennale e proviene quindi da un’impostazione dell’alimentazione che seguiva principi piuttosto rigidi, indicava fabbisogni diversi da quanto oggi definito dai LARN, proponeva un’estrema prudenza nel timing di introduzione dei cibi.
Oggi più correttamente dovremmo parlare di Alimentazione Complementare, anche perché il termine “svezzamento” assume una valenza negativa, come se ci si dovesse distaccare dal latte; complementare appunto perché aggiuntiva e non completamente sostitutiva all’allattamento.

Molto si è discusso e si discute sulla quantità di proteine, sul timing di introduzione degli alimenti e soprattutto sulle modalità di introduzione dell’alimentazione complementare. Queste incertezze sono dovute anche alla difficoltà di avere dati univoci dalle ricerche che studiano gli effetti dell’alimentazione sul benessere psico-fisico del bambino e poi dell’adulto che diverrà: sono studi complessi, nei quali incidono molte variabili (oltre le abitudini alimentari) e che danno risultati dopo svariati anni di osservazione.

Recentemente vi segnaliamo due contributi, che potrete trovare nel nostro sito nella sezione documenti: La Position Paper 2017 dell’ESPGHAN e la posizione dell’ACP.

Inoltre attualmente alla tradizionale metodica dello svezzamento con schemi predefiniti, si contrappongono (o forse meglio, si affiancano) l’Alimentazione Complementare Responsiva ovvero quello che è noto come “autosvezzamento”, ma anche il Baby Led Weaning nel quale vengono offerti al lattante pezzi di cibo intero di forma e dimensioni tali da poter essere afferrati e mangiati autonomamente e il Baby Led Introduction to Solids, simile al precedente ma con una preventiva selezione della qualità dei cibi fatta dai genitori.

Nei prossimi mesi stimoleremo varie riflessioni su questo argomento ed abbiamo iniziato proponendovi una Instant Survey alla quale avete risposto in molti; potete vedere i risultati commentati nella pagina del sito dedicata alle ricerche.
Ci servono alcuni chiarimenti rispetto alle risposte che avete dato: chiediamo pertanto a chi aveva partecipato alla survey di rispondere ad ulteriori tre domande clikkando qui.

 

Dormire bene rende i bambini più magri

Paolo Brambilla Flavia Ceschin Emanuela Malorgio

di Paolo Brambilla, Flavia Ceschin, Emanuela Malorgio

Così sostengono un Gruppo di ricercatori della Nuova Zelanda (Taylor RW et al. Sleep, nutrition, and physical activity interventions to prevent obesity in infancy: follow-up of the Prevention of Overweight in Infancy (POI) randomized controlled trial at ages 3.5 and 5 y. Am J Clin Nutr 2018;108:228-36.)

L’obesità infantile è un problema serio in tutto il mondo e gli scarsi risultati nella sua cura incorag-giano la ricerca di efficaci strategie preventive da attuarsi fin dai primi mesi di vita. Tuttavia, le stra-tegie basate su alimentazione corretta e stile di vita attivo del bambino hanno dato spesso risultati deludenti. In alternativa alcuni studi dedicano ora attenzione alla prevenzione delle difficoltà del sonno.

Leggi tutto...

 

"L'importanza del gioco: un contributo pediatrico nella promozione dello sviluppo nei bambini piccoli"

Monica Pierattelli

di Monica Pierattelli

L’Accademia Americana di Pediatria ha recentemente pubblicato una nuova Guida per il medico - The Power of Play: A Pediatric Role in Enhancing Development in Young Children - "L'importanza del gioco: un contributo pediatrico nella promozione dello sviluppo nei bambini piccoli", Yogman, Hirsh-Pasek, Pediatrics Vol. 142, n. 3, Sept. 2018.


Sul Corriere della Sera è apparsa pochi giorni dopo una ampia recensione su questo tema con interviste ad alcuni neuropsichiatri che hanno rimarcato la differenza tra la realtà americana e quella italiana, soprattutto in merito alla organizzazione scolastica. Infatti negli Stati Uniti i più piccoli sono sottoposti ad attività performanti e a programmi che non contemplano l’ozio o i tempi morti. E quindi Michael Yogman, uno degli autori principali del rapporto, conclude: «Stiamo raccomandando ai pediatri di prescrivere il gioco” perché l’attività ludica è fondamentale per la costruzione del cervello e rappresenta un importante cuscinetto anti stress.
Dopo aver puntualizzato i tanti benefici del gioco l’articolo si chiude con una affermazione della psicopedagogista Susanna Mantovani, professoressa emerita alla Bicocca di Milano, che ci coinvolge come categoria: “Se poi la raccomandazione arriva dal pediatra di famiglia, tanto meglio. Da noi in Italia sono ancora ascoltati. Per fortuna”.
Questa valorizzazione del nostro ruolo riteniamo sia un motivo in più per porre attenzione a questo documento, cercando di trarne informazioni utile al fine di promuovere la salute dei nostri assistiti e svolgere quel sostegno alla genitorialità che ha sfaccettature sempre più ampie. Al riguardo abbiamo inserito una tabella riassuntiva su cosa potremmo suggerire alle famiglie nelle varie fasce di età.
Il documento è stato tradotto e riassunto da Monica Pierattelli, Presidente Sezione Toscana della SICuPP e da Cristina Taddei Fisioterapista specialista in Area Pediatrica - Firenze

Leggi tutto...

 

La metilazione del DNA nasale è associata con l’asma nei bambini

PIer Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Nasal DNA methylation is associated with childhood asthma.

Zhang X, Biagini Myers JM, Burleson JD, Ulm A3, Bryan KS, Chen X, Weirauch MT, Baker TA, Butsch Kovacic MS, Ji H.

Epigenomics. 2018 May;10(5):629-641. doi: 10.2217/epi-2017-0127. Epub 2018 Apr 25

 

Che l’asma nei bambini sia correlata all’inquinamento è un dato confortato oramai da anni da numerosi studi epidemiologici. Nel capire attraverso quali meccanismi l’inquinamento dell’aria possa portare a questa patologia una recente e produttiva strada di ricerche si chiama epigenetica.

Leggi tutto...

 

Quanto costa alle famiglie difendersi dalle zanzare

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Siamo vicini alla fine della stagione estiva, nella quale e oltre la quale tutti noi siamo stati riempiti da punture fastidiose di zanzare. Nella attività del pediatra di famiglia viene frequentemente chiesto come ridurre i fastidi ai bambini, in aggiunta ai programmi di disinfestazione pubblici o privati che in genere vengono attuati. Questo è particolarmente rilevante per la zanzara tigre, (Aedes albopictus), anche ai fini di prevenzione della Chikungunya e della Dengue che, come la West Nile, sono sempre più frequenti in alcune regioni. Ma mancano sufficienti informazioni circa i costi che le amministrazioni pubbliche e le stesse famiglie devono sostenere per garantire protezione dal culicide, e quali siano le finalità che si pongono le famiglie per giustificare i loro interventi.

Leggi tutto...

 

Earth Overshoot Day 2018: dal primo agosto sovrasfruttiamo il pianeta

PIer Luigi Tuccidi Pier Luigi Tuci
Ieri, primo agosto, è stato l’Earth Overshoot Day, giorno dal quale l’uomo inizia a usare più risorse naturali di quanto il nostro pianeta possa rinnovare nel corso dell’anno. A calcolare la data della giornata è il Global Footprint Network, organizzazione internazionale di ricerca, secondo cui per soddisfare la domanda di risorse naturali occorrerebbero 1,7 Terre.

 

Earth Overshoot Day 1969 - 2018


Ogni anno, la data dell’Earth Overshoot Day viene calcolata confrontando il consumo annuale di risorse naturali da parte dell’uomo (impronta ecologica) con la capacità di rigenerazione della Terra (biocapacità).

Leggi tutto...

 

Vaccini Poliovirus e allattamento al seno

PIer Luigi Tuccidi Pier Luigi Tucci
I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie e l'American Academy of Pediatrics dichiarano che i vaccini somministrati a una madre che allatta non pregiudicano la sicurezza dell'allattamento al seno per madri o neonati e che l'allattamento al seno non rappresenta una controindicazione al vaccino contro il poliovirus. Il vaccino contro la poliomielite iniettabile ora raccomandato negli Stati Uniti è inattivato e non rappresenta un rischio se somministrato alle madri che allattano al seno. [1] [2] L'allattamento al seno sembra anche ridurre gli effetti collaterali infantili associati all'immunizzazione di routine dell'infanzia e può ridurre l'efficacia dei vaccini polio per via orale. [3] I bambini allattati al seno devono essere vaccinati secondo gli schemi raccomandati di routine. L'esclusivo allattamento al seno migliora la risposta al vaccino orale contro la poliomielite in paesi con scarsa nutrizione infantile e alti tassi di diarrea infantile.

Leggi tutto...

 

Viaggiare responsabili

PIer Luigi Tucci

Pier Luigi Tucci
Il turismo, oltre a vantaggi economici, porta anche come effetto collaterale un forte impatto sull'ambiente. Avete certamente sentito parlare ad esempio per Venezia e ora anche per Firenze, di overtourism, ovvero "il fenomeno secondo cui una destinazione popolare o una particolare vista viene invasa dai turisti in modo insostenibile". L’overtourism è solo un esempio di ciò che accade quando sempre più persone cercano di consumare una risorsa comune, come città, ma anche spiagge e aree naturali, determinando anche una forte pressione sull’ambiente, esasperando la produzione di rifiuti urbani, aumentando il traffico, le emissioni acustiche e atmosferiche, gli sprechi di acqua ed energia, comportando un sovraccarico di reflui urbani da depurare ed un depauperamento delle risorse naturali. E’ quindi una responsabilità da gestire sia attraverso scelte politiche e amministrative adeguate, sia soprattutto dal mettere in atto, ciascuno di noi che va in vacanza, buone pratiche sostenibili.

Leggi tutto...

 

Il ruolo dei vaccini nella lotta alla resistenza antimicrobica (AMR)

PIer Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Il problema della resistenza antimicrobica (AMR) e della morbilità e mortalità associate a patogeni batterici resistenti agli antibiotici non è nuovo. Tuttavia, l'AMR è aumentata a un ritmo allarmante con l'apparizione di malattie causate da batteri che esibiscono resistenza non solo ad una, ma a più classi di antibiotici. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), sostenuta da governi, ministeri della salute e agenzie sanitarie, ha formulato piani d'azione globali per combattere l'aumento della resistenza antimicrobica, sostenendo una serie di iniziative comprovate come la gestione antimicrobica, investimenti nello sviluppo di nuove classi di antibiotici e programmi progettati per eliminare l'uso inappropriato di antibiotici. I vaccini come strumenti per ridurre l'AMR sono stati storicamente sottostimati, tuttavia l'effetto positivo sulla riduzione dell'AMR è stato ben stabilito. C'è infatti un crescente apprezzamento per il ruolo dei vaccini nell'affrontare il problema della resistenza antimicrobica (AMR).

 

Leggi tutto...

 

Igiene orale personale e carie dentale: una revisione sistematica di studi randomizzati e controllati

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Sulla rivista Gerodontology. 2018 May 15 è presentata una revisione sistematica degli studi randomizzati, utilizzando criteri predefiniti in 3 database, che valutano l'associazione tra igiene orale personale e carie dentale in assenza degli effetti confondenti del fluoruro, utilizzando modelli a effetti casuali.

La carie dentale continua a colpire quasi il 100% della popolazione globale.

Leggi tutto...

 

Nuotare contro corrente. Povertà educativa e resilienza in Italia

Giuseppe Ragnatela

di Giuseppe Ragnatela

La povertà educativa è la privazione, per i bambini e gli adolescenti, dell’opportunità di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni.
In Italia un milione trecentomila bambini vivono in condizioni di povertà assoluta. I bambini delle famiglie più povere hanno, rispetto ai loro coetanei, una maggiore probabilità di fallimento scolastico,rischiano in misura maggiore di lasciare precocemente la scuola e di non raggiungere livelli minimi di apprendimento. A loro volta, questi minori privati dell’opportunità di far fiorire il proprio talento,soffriranno, con tutta probabilità, la privazione economica e sociale da adulti.

Leggi tutto...

 

Il Bambino Gesù presenta la Carta dei Diritti del Bambino Inguaribile

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Dopo i casi Alfie e Charlie, l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù ha messo a punto un documento per promuovere l’alleanza terapeutica e il sostegno ai bambini con malattie gravi e inguaribili aprendo anche un futtuoso dibattitto tra medici, politici, bioeticisti e uomini di Chiesa .

Nel corso di un seminario tenutosi il 28 maggio 2018 è stata presentata la “Carta dei Diritti del Bambino Inguaribile”, nata dall’elaborazione delle precedenti Carte nazionali e internazionali dei diritti dei bambini in Ospedale, alla luce dei progressi compiuti dalla medicina e delle più recenti direttive europee nel campo dei diritti all’assistenza sanitaria transfrontaliera.

Leggi tutto...

 

Dichiarazione di Budapest

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Pubblichiamo la traduzione della Dichiarazione di Budapest sui Diritti, la Salute e il Benessere di Bambini e Giovani Migranti, (e il cui testo originale in inglese potete ugualmente consultare), prodotto dalla International Society for Social Pediatrics and Child Health (ISSOP) a Budapest nell’ottobre del 2017.

 

Leggi tutto...

 
I Bilanci di Salute

I bilanci della salute

Il testo (vedi l'indice) è disponibile per l’acquisto on line dal sito: http://www.tecnichenuove.com/

Per i soci SICuPP, in regola con la quota annuale di iscrizione alla società, è previsto uno sconto del 40% sul prezzo di copertina del formato cartaceo.

Presentazione "I Bilanci di Salute"

Leggi le istruzioni.

Cosa dicono gli Specializzandi

Ultimi contenuti inseriti